Il grande momento è arrivato: hai dato l’ultimo esame, scelto e concordato l’argomento con il professore, hai scritto tutta la tesi e adesso, prima di consegnarla, devi correggerla tutta :-/.

Quello che devi fare è una revisione editoriale, controllare che non ci siano refusi, errori di battitura e doppi spazi. Devi controllare che le note a piè di pagina e la bibliografia siano scritte correttamente. Il lavoro che ti aspetta è tanto e richiede una cura particolare. 

correzione tesi di laurea

Sappiamo bene che i professori relatori di tesi si focalizzano prevalentemente sul contenuto degli elaborati, dando per scontato che la correzione della sintassi, dell’ortografia e la formattazione del testo siano di competenza esclusiva dello studente.

Ma se è la prima tesi di laurea che scriviamo, il primo elaborato scritto che compiliamo e, pertanto, non abbiamo esperienza, come facciamo a presentare un lavoro ben fatto e a prova di errore?

In questo articolo affrontiamo questo argomento, di come effettuare la perfetta correzione della tesi di laurea.

Seguiteci!

Correzione tesi di laurea: gli errori più comuni.

Sono tante e diverse le tecniche che si possono mettere in campo quando bisogna correggere e revisionare un testo scritto.

Prima di addentrarci sulle tecniche pure di editing è meglio fare una piccola digressione sulle tipologie di errori più comuni che si possono fare al momento della redazione di una tesi.

Ogni volta che scriviamo un testo scritto ci sono tanti errori, di diverse tipologie e con diverse cause che sono pronti a finire nel nostro elaborato.

Vediamo quali sono i principali:

  • Errori concettuali: ovvero quando si riportano informazioni erronee o non verificate. Non possiamo entrare nel merito della questione, ma vi consigliamo di verificare sempre le informazioni e le nozioni che riportate nel vostro elaborato. Se avete dubbi che non riuscite a risolvere rivolgetevi al vostro relatore di tesi o a un esperto della materia.
  • Lapsus: ovvero quando si scrive una parola al posto di un’altra; sono spesso influenzati dal momento in cui si scrive o dal proprio background o dalle nostre distrazioni momentanee. Se ad esempio mentre scrivete siete sovrappensiero è possibile che scriviate quello che avete in testa piuttosto che quello dovete scrivere.
  • Errori di formattazione: errori riguardanti accenti, punteggiatura, ripetizioni e doppi spazi sono molto comuni quando si utilizzano i programmi di videoscrittura. Questa tipologia di errori è la più comune ed è dovuta a due cause principali: la distrazione e i programmi di videoscrittura che non conoscono tutte le parole che stiamo usando e le correggono con quelle che riescono a riconoscere.
  • Errori di traduzione: sono dovuti alla scrittura sbagliata di parole straniere (mispelling). Se si usano diversi termini stranieri nella propria tesi di laurea è possibile aggiungere una lingua al vocabolario del correttore automatico in modo da ovviare a questo problema.
  • Scorrettezze ortografiche, grammaticali e sintattiche: ovvero gli errori da penna blu. Consecutio temporum sbagliate, non concordanza tra aggettivo e sostantivo, o tra singolare o plurale. Per questa tipologia di errori non c’è scusa che tenga! Errori di sintassi e grammaticali non devono essere presenti per nessun motivo in una tesi di laurea: come ci siete arrivati al grado di istruzione superiore??

Come evitare gli errori

Sono tante le tecniche che potete rubare al mondo editoriale e utilizzare per correggere la vostra tesi di laurea.

Le vediamo in questo paragrafo.

Ma, prima di iniziare, vi vogliamo dare un consiglio che va sempre bene: non abbiate fretta nè quando scrivete nè quando correggete. La fretta non è mai una buona consigliera.

Vediamo adesso le tecniche di editing base che potete utilizzare al momento della correzione del vostro elaborato scritto.

  • Stampate capitolo per capitolo: tutti gli editor e i copy del mondo concordano su questo punto. Se, per fortuna, abbiamo abbandonato carta e penna per il pc e i programmi di videoscrittura che ci aiutano facendoci risparmiare tempo in fase di scrittura, per la fase della correzione è bene tornare al supporto cartaceo. La concentrazione sarà massima e non vi sfuggirà nemmeno un refuso! In più, tenere tra le mani un testo scritto e pensato da voi è una bella emozione: ve lo assicuriamo!
  • O, almeno, cambiate il font: se la vostra coscienza ecologica si oppone all’utilizzo di troppa carta, se avete la stampante rotta e la copisteria più vicina è chiusa, potete correggere la vostra tesi cambiando (momentaneamente) il font che avete utilizzato per scriverla. In questo modo ingannerete il cervello a cui sembrerà di leggere il vostro testo per la prima volta e sarà più ricettivo agli errori.
  • Leggete il testo dalla fine all’inizio: questa tecnica non è, ovviamente, utilizzabile se volete correggere il significato o la struttura di alcuni paragrafi o sezioni della vostra tesi, ma funziona benissimo se siete in cerca di errori di battitura e refusi di vario tipo.
  • Non fidatevi troppo dei correttori automatici: niente al mondo può sostituire la mente umana e la sua capacità di elaborazione.

I vantaggi di un servizio di correzione di tesi di laurea

Nei paragrafi precedenti vi abbiamo spiegato e illustrato quali sono gli errori più comuni che si possono compiere quando si scrive una tesi di laurea e le tecniche rubate agli editor che si possono mettere in atto per ovviare a questi errori.

L’ultimo consiglio che vi vogliamo dare è quello di fare correggere e rivedere la vostra tesi a una terza persona, perché quattro occhi vedono sempre meglio di due.  

Trovare una persona disponibile a leggere e correggere tutta la nostra tesi non è un’impresa facile. E poi, ci fidiamo davvero di quella persona? Ha le competenze giuste per farlo?

La soluzione è quindi quella di rivolgersi a un servizio di correzione tesi di laurea: avrete a disposizione una figura professionale che si è formata nel campo dell’editing che vi aiuterà e consiglierà riguardo a tutti gli aspetti relativi alla redazione del vostro elaborato.