La tua mente è piena di idee, ogni piccola esperienza è l’occasione per disegnare nella tua mente la trama di un romanzo e tutti i tuoi amici si meravigliano della tua fantasia e della tua creatività. Bene, hai le carte in regola per diventare un promettente scrittore emergente. Devi solo capire come scrivere un libro in maniera efficace, mettendo ordine fra le tante idee e costruendo una struttura corretta, scorrevole e avvincente.

Siamo qui per aiutarti. Anche se scrivere è la tua passione e non hai difficoltà a riempire pagine su pagine di storie, romanzi e racconti, scrivere un libro richiede alcune conoscenze tecniche e l’utilizzo di piccoli trucchi che possono rendere più facile l’impresa, per un risultato eccellente. Partiamo dall’inizio.

Come scrivere un libro: guida passo passo

Scrivere un romanzo o un libro è un’attività che necessita di un grande impegno e di costanza. Dovrai considerarlo un vero e proprio lavoro. Se non lo prenderai con la giusta serietà, rischi di non riuscire a portare a termine il progetto, oppure di ritrovarti con un manoscritto strutturato in maniera superficiale, senza cura per la struttura e la trama della storia.

Impegno e costanza

Nella nostra redazione di Correzionedibozze.it ci capita spessissimo di ricevere contatti da giovani scrittori che ci inviano le prime parti dei loro romanzi per una valutazione o che ci chiedono consigli per intraprendere questa carriera ma che, in seguito, ci comunicano di aver abbandonato il progetto. Normalmente le giustificazioni che ci portano sono solo scuse, perché in realtà quella che è mancata è stata la costanza nel dedicarsi assiduamente al loro progetto.

Capita altresì di ricevere bozze di romanzi o di saggi che sono palesemente trascurate nella loro forma, con parti tirate via, difficilmente leggibili e poco chiare. Anche in questo caso si denota il poco impegno dello scrittore. I nostri correttori di bozze si trovano in grande difficoltà in questi casi. Per quanto bravi possano essere, infatti, è impossibile correggere la struttura di un testo poco curato. Solo lo scrittore può farlo e per questo ci vuole impegno.

Se vuoi davvero capire come scrivere un libro da proporre a una casa editrice o da pubblicare in self-publishing, devi imparare ad allenare la costanza e l’impegno. Si tratta di caratteristiche personali che possono essere migliorate. Se vuoi diventare uno scrittore, quindi, smetti come prima cosa di trovare scuse o di rimandare. Mettiti al computer (o allo scrittoio) e inizia a scrivere. 

Dedica un tempo stabilito al tuo libro: può essere mezz’ora, un’ora al giorno o quanto decidi che sia possibile nel rispetto dei tuoi impegni quotidiani. Ma datti un obiettivo che devi rispettare, proprio come fai con le incombenze di lavoro o familiari.

Riordina le idee e pensa alla struttura del tuo libro

Anche se hai una voglia matta di mettere nero su bianco tutte le tue idee più fantasiose, prenditi tutto il tempo necessario per ordinarle, scrivendole e dedicandoti alla struttura vera e propria del libro.

Scrivere un libro significa scrivere qualcosa che dovrà appassionare, divertire o far commuovere un determinato pubblico a cui ti rivolgi. Chiediti innanzitutto: per chi scrivi? Un libro per bambini dovrà, ovviamente, essere strutturato diversamente rispetto a un libro per adulti. Allo stesso modo, un romanzo d’amore sarà dedicato a un target diverso rispetto a un saggio o a un manuale. Cambia la forma, il linguaggio e il modo di scrivere.

Analizza bene i tuoi lettori: leggi a più non posso libri simili a quello che vuoi scrivere, che hanno successo fra il tuo pubblico di riferimento. Cerca di capire cosa vogliono i lettori e cosa si aspettano quando sfoglieranno la tua opera.

Sulla base di queste informazioni, costruisci la trama, suddividendo la struttura in capitoli e riassumendo la storia in modo da dare un filo logico che funzioni e che sia semplice da seguire. Puoi prendere appunti e note che ti torneranno utili per tutta la durata della scrittura.

Ad esempio, scriviti una descrizione dei personaggi e tienila a mente durante lo svolgersi della storia. Sarebbe un bel problema se da un capitolo all’altro i protagonisti cambiassero senza motivo età, colore dei capelli o, peggio, se un viaggio a Londra si trasformasse senza senso in un viaggio a Milano.

Una volta che tutto sarà ben chiaro nella tua mente, potrai pensare di trasferirlo sulla carta.

Come scrivere un libro? Scrivi, scrivi, scrivi

Sembra un consiglio banale, ma non è poi così scontato. Ti abbiamo già detto quanto è importante metterci costanza e impegno. Nel tempo che dedichi alla scrittura, infatti, devi cercare di scrivere senza distrazioni e mettendo, almeno per un po’, il perfezionismo da parte. Dai via libera alla fantasia e scrivi, cercando di mantenere la logica del racconto, ma senza prestare troppa attenzione ad eventuali errori o alla sintassi. La rilettura e la correzione le farai in un secondo momento.

La tua fantasia va molto più veloce della tua mano, ricordalo sempre. Per essere sicuro di non perdere pezzi del racconto o idee da sviluppare, è meglio se intanto scrivi la tua bozza, per poi rileggerla in seguito. Meglio ancora se lasci il testo “a riposo” per un giorno o due prima di rileggerlo, sarà molto più semplice trovare errori e inesattezze.

Ogni scrittore, è bene sottolinearlo, deve trovare il proprio stile di scrittura. C’è chi si dà un tempo (tipo 5 minuti per volta) e in quei cinque minuti scrive di getto, senza nemmeno rileggere. E c’è chi preferisce almeno dare una rilettura veloce alle frasi per prendere più ispirazione. Fai tante prove e trova il modo più adatto a te. Non c’è un tempo prestabilito, 

Valuta di affidarti un correttore di bozze e poi… pubblica il tuo libro

Rileggere, correggere, notare anche gli errori più piccoli, non è semplice, soprattutto dopo aver portato a termine l’impresa più grande, ovvero scrivere il tuo libro. Per questo, è sempre consigliabile rivolgersi a un correttore di bozze. Può anche essere una persona a te fidata, ma devi avere la certezza che sia un perfetto conoscitore della lingua italiana, oltre che un assiduo lettore.

Un libro corretto sia nella grammatica che nella sintassi ha molte più possibilità di colpire positivamente i lettori, che saranno più invogliati a consigliarlo ad altri appassionati.

Puoi contattarci per un preventivo senza impegno: un nostro consulente ti spiegherà nei dettagli il nostro lavoro, i tempi di consegna e il costo, scrivici a info@effettoundici.it

Siamo giunti alla fine della nostra guida. Se segui questi consigli e dai spazio alla creatività, avrai presto un libro tutto da stringere con orgoglio fra le mani. Non ci resta che augurarti buona scrittura e in bocca al lupo per la tua opera.